Home Attività Collettive ASSEMBLEA REGIONALE ASNET
ASSEMBLEA REGIONALE ASNET

Grande partecipazione all'assemblea annuale A.S.N.E.T. svoltasi ad Oristano presso l’Hotel Mistral il giorno 19.05.13, a cui hanno partecipato i nefropatici, emodializzati e trapiantati di rene con le loro famiglie. In questa occasione abbiamo potuto discutere di tutti i problemi relativi alla dialisi e al trapianto di rene, infatti ci sono stanti tanti interventi da parte dei partecipanti in cui si sono esposte nuove proposte che hanno portato a sviluppare nuove direttive per migliorare la condizione di vita dei pazienti. Come primo punto si è affrontato, come previsto dallo statuto, la presentazione del bilancio relativo all'anno 2012, dopo la relazione dell'amministratore Antonello Locche, si è aperta la discussione del documento contabile e dopo varie domande l'assemblea ha approvato all'unanimità.

 

 

Subito dopo il Presidente Regionale Giuseppe Canu, ha iniziato la sua relazione affrontato tutti i problemi più importanti segnalati dai delegati regionali dei 36 centri della Sardegna e dal direttivo regionale. Come primo punto si è affrontato il problema dei ritardi dei sussidi mensili della legge regionale n°11/43, ed è emerso che parecchi comuni hanno dei forti ritardi sull'erogazioni dei sussidi mensili, questo porta a delle gravi difficoltà economiche nelle famiglie del dializzato che devono obbligatoriamente affrontare le spese di trasporto, percorrendo per ben 26 volte al mese il tragitto dal proprio domicilio al presidio dialitico e viceversa. Come secondo punto si è affrontato il problema dei centri dialisi non a norma per l'accreditamento sanitario, infatti l'Associazione sta chiedendo con tutte le sue forze che i centri di San Gavino, S. Camillo di Sassari e Ozieri, vengano ristrutturati urgentemente. Le ASL si devono rendere conto che sono centri da chiudere se non si interviene tempestivamente . Poi abbiamo parlato anche di buone notizie, infatti abbiamo potuto apprezzare le nuove tecniche robotiche di trapianto del Dott. Mauro Frongia e della sua equipe. A gennaio è stato effettuato il primo trapianto di rene in Europa interamente effettuato con il sistema della robotica, sia il prelievo che il trapianto, un sistema innovativo e non invasivo che riduce a quattro taglietti di piccola entità sull'addome, garantendo in maniera strabiliante la fermezza del bisturi eliminando ogni tremore, una precisione millimetrica e in fine una visibilità del campo operatorio senza bisogno di ulteriori strumenti. Questa tecnica sta dando possibilità di aprire nuove speranze di trapianto sui pazienti obesi che prima non potevano essere accolti in lista trapianto dato le loro condizioni fisiche, ma ora dal prossimo mese il dott. Mauro Frongia in collaborazione con il Dott. Gianbenedetto Piredda (responsabile dei trapianti del reparto di nefrologia dell’Ospedale Brotzu) hanno siglato un accordo per l’apertura di questa nuova lista trapianto. Inoltre il Presidente Canu ha comunicato ai pazienti di aver partecipato, grazie all'invito di Don Marco Lai (Presidente della Caritas), alla riunione organizzata per volontariato dove era presente anche L'Arcivescovo Miglio che rientrava dalla riunione presso il Vaticano, annunciandoci che il 22 di settembre arriverà il papa a Cagliari. Cercheremo subito di organizzare una rapresentanza di dializzati e trapiantati per essere presenti alla venuta di Papa Francesco.

(Clicca sopra per ingrandire le foto)